.
Annunci online

Diario Minimo di un commentatore domestico
Frasi fatte
post pubblicato in diario, il 3 aprile 2009


 
Correre, spostarsi in fretta, parlare velocemente, spiegarsi attraverso poche parole. Non si può fare altrimenti. Almeno in certi momenti, non con certe persone. "Il tempo e denaro". "chi dorme non piglia pesci": "Chi si ferma è perduto". "Tutto scorre". E noi corriamo. Sempre. Nemmeno il tempo di gustarci un caffè in santa pace e il nostro interlocutore è già fuori dal bar...  Le eccezioni non mancano e sono costituite da quanti, come me, evitano di fare un certo tipo di vita, di fare un certo tipo d'incontri. Ma, anche per me, vale il detto: "MAI dire mai!"
Espiazione
post pubblicato in diario, il 2 marzo 2009


Il caso, sin troppo ovvio, della nullità del soggetto,  a cui nulla è imputabile perchè nulla può imputarsi, appare - ai più  - incomprensibile. Non può nemmeno indignarsi, poichè  proprio egli stesso dovrebbe essere oggetto d'indignazione, ancorchè di ripudio. Per questo non ripudia, nè si indigna, ma prosegue lento la via dell'accettazione.

 

[expiation_by_kvaskvas]


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aforismi

permalink | inviato da Pierre_louis il 2/3/2009 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Parole d'altri
post pubblicato in diario, il 28 gennaio 2009


 
Articoliamo parole e frasi a margine di una poesia, di uno scritto. Ma non sappiamo spiegarne il senso.  Almeno non compiutamente. Solo il poeta e l'aforista ne conoscono l'arcano, ne custodiscono le segrete chiavi. A pochi eletti queste chiavi vengono date in consegna, per trasmetterne il messaggio alle generazioni future. Innunumerevoli  contraddizioni vanificano l'unicità del messaggio, frapponendo un velo fra chi scrive e chi legge. Non sono visioni, ma particolari punti di vista. Perchè dunque soffermarci sulle parole altrui, anche se autorevoli e pregne di significato? Semplice, siamo a corto di idee, di idee nostre, voglio dire.   E non c'è ma che tenga. Poichè nelle umane relazioni, a differenza di quanto accade in amore, le bugie hanno vita breve.

[a/words_by_ssilence]

La vita delle parole
post pubblicato in diario, il 29 ottobre 2008


Attaccarsi alle parole scritte molte volte costituisce un inciampo, anzichè un vantaggio. Questo per dire che, sovente, sarebbe meglio che le parole rimanessero li dove si trovano: nei libri.  Noi probabilmente nemmeno ce ne rendiamo conto; tuttavia, un bellissimo aforisma fa il giro del mondo, specie nella nostra era, dove i contatti fra le persone si sono notevolmente accorciati. In tal modo, interi pensieri si staccano dal loro insieme per acquisire una vita propria. Le parole si distaccano dal contesto precipuo in cui sono sono nate e si incollano alle persone che li hanno letti. Non solo aforismi, dunque! Interi passi biblici vengono estrapolati, usati e adottati per scopi personali, od anche per veicolare un messaggio personale incapace di esprimersi correttamente. Così accade che parole disordinate, od anche frasi nette e taglienti, s'inoculano - poco alla volta - nelle menti delle persone che leggono. Successivamente, una volta entrate in una qualsiasi persona, le parole assumono un'altra veste, vengono deformate, distorte, ed in qualche caso raro, anche armonizzate. Ma si tratta di rari casi, appunto. In tutti gli altri succede che le parole, più o meno liberamente, se ne vanno a zonzo, senza badare alle conseguenze che  producono. Potrebbe capitare che aforismi e citazioni  colte se ne vadano in giro, per i mendri della mente a combinar guai, sconvolgendo addirittura il modo di vivere delle persone. Qualcuno potrà obiettare che questo non è vero. Anzi, magari fosse così. Certo non sempre le parole attecchiscono. Capita che molte perle di saggezza siano "schiacciate da piedi pesanti". Allora, in tal caso, tutto andrà perduto. Per un caso strano della vita capità infatti che ad attecchire siano più le cose pericolose e trasgressive, invece delle cose buione e giuste. Questo , a mio giudizio, avviene perché l'uomo, su questa terra, è portato più al male che al bene.... più a seguire la via facile e - apparentemente- priva di pericoli, anzichè una via virtuosa, irta e difficoltosa.  Alla fine si arriva ad un punto in cui è meglio lasciar perdere certe parole, certi aforismi e  imbroccare una strada propria, in maniera vigile ed autocosciente.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. parole aforismi letture pericolose

permalink | inviato da Pierre_louis il 29/10/2008 alle 22:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia marzo        luglio
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv